top of page

Iter Vitis Awards: svelati i vincitori dell’edizione 2023

Il progetto editoriale filantropico “Amorim Wine Vision”,

nato in sinergia ed in partnership con Wine Meridian ha ricevuto il premio

“migliore mezzo di comunicazione”.


Siamo orgogliosi di annunciarvi che agli Iter Vitis Awards 2023, organizzati da Vignobles du Sud Ouest e Iter Vitis, "Amorim Wine Vision" è stato premiato come migliore azione comunicativa del settore. Il progetto editoriale filantropico “Amorim Wine Vision”, ha ricevuto infatti il riconoscimento quale “migliore mezzo di comunicazione” grazie alla sua capacità di raccontare il punto di vista di esperti del settore vino attraverso la creazione di un network di pensiero su tematiche tecniche e di attualità al centro del quale emergono le visioni di imprenditori e manager, veri protagonisti dell’iniziativa.



L’evento tenutasi in data 27 ottobre a Tolosa è stato sponsorizzato dalla Federazione “Iter Vitis – Les Chemins de la Vigne”, un itinerario culturale certificato dal Consiglio Europeo che ha l’obiettivo di informare e promuovere la storia Europea della vite e del vino attraverso percorsi strutturati e riconosciuti. Iter Vitis – Les Chemins de la Vigne coinvolge oggi 23 Paesi che si estendono in differenti territori vitati d’Europa. A partire dal 2018, ogni anno Iter Vitis assegna dei premi alle migliori destinazioni europee del vino e alle migliori idee che promuovono lo sviluppo dell’enoturismo e la preservazione e la trasmissione della cultura del vino. Negli anni Iter Vitis ha contribuito a sviluppare una visione culturale dell’enoturismo, la profonda connessione tra la viticoltura e la cultura europea, dimostrando come il vino sia un patrimonio che trascende confini geografici e politici, servendo come strumento di dialogo interculturale. L’evento ha premiato professionisti del settore, associazioni ed istituzioni che hanno investito nell’innovazione e nella risoluzione di problemi ambientali, sociali ed economici.

Iter Vitis Awards 2023

I premi di quest’anno sono stati strutturanti in 15 categorie e assegnati a 9 Paesi: Portogallo, Spagna, Francia, Italia, Croazia, Grecia, Moldova, Ucraina, Libano ed Israele.

Le destinazioni premiate:

· Premio destinazione più sostenibile: regione delle Azzorre (Portogallo);

· Premio destinazione più resiliente: Cluster Frumushika Nova (Ucraina);

· Premio destinazione più innovativa: Negev (Israele);

· Premio migliore strada del vino: Vini de La Palma (Spagna, Isole Canarie);

· Premio miglior esperienza Wine & Food: Eco Resort Butuceni (Moldova);

· Premio migliore museo: Cité des Climats et des vins di Borgogna (Francia).

Le azioni premiate:

· Premio migliore evento: Vinatlon (Croazia);

· Premio migliore mezzo di comunicazione: Amorim Wine Vision (Italia);

· Premio per la valorizzazione dell’enoturismo e del turismo culturale: Ministero della Cultura (Grecia);

· Premio dell’innovazione tecnologica: Giant Interactive Maps (Spagna);

· Premio ricerca enoturismo: Università Saint-Joseph di Beirut (Libano);

· Premio di ricerca in archeologia della viticoltura: Lagos de Catzigares (Italia);

· Premio per la preservazione della storia della viticultura: Paulsen Nursery (Italia);

· Premio speciale Paolo Benvenuti per la preservazione delle varietà: Centro di Ricerca Domaine de Vassal (Francia)

·

Il progetto editoriale filantropico “Amorim Wine Vision”, nato in sinergia ed in partnership con Wine Meridian ha ricevuto il premio “migliore mezzo di comunicazione” grazie alla sua capacità di raccontare il punto di vista di esperti del settore vino attraverso la creazione di un network di pensiero su tematiche tecniche e di attualità al centro del quale emergono le visioni di imprenditori e manager, veri protagonisti dell’iniziativa. Professionisti di spicco in grado di condividere e presentare ai lettori know how, esperienze, case studies, professionalità, network, punti di vista originali, idee concrete, percezioni anticipatrici e prospettive brillanti. La cerimonia di premiazione degli Iter Vitis Awards 2023 rappresenta un riconoscimento dell’impegno costante per lo sviluppo sostenibile dell’enoturismo e sottolinea l’importanza della dimensione culturale e della promozione di esperienze autentiche e significative nel settore enoturistico.




Comentários


bottom of page