NEWS E MEDIA

NEWS

Amorim affida il futuro ai giovani

La valorizzazione delle chiusure in sughero come migliore soluzione per la conservazione del vino si rivolge sempre più spesso alle future leve della vitivinicoltura italiana: gli studenti dei corsi di laurea in viticoltura ed enologia. Carlos Veloso dos Santos, da rappresentante in Italia di APCOR, il consorzio portoghese per la promozione del sughero, sta svolgendo a tal proposito delle lezioni presso alcune università del Centro Nord – da Pisa a Milano, da Conegliano ad Alba. Durante le sue lecture vengono approfondite con gli studenti le caratteristiche di base del sughero, i risultati della ricerca scientifica applicata a sughero e tappi, l’innovazione tecnologica che portato all’eccellenza e il contributo che una chiusura in sughero può dare alla costruzione di un buon vino. L’obiettivo? In primo luogo trasferire ai futuri enologi le competenze di base necessarie per scegliere, una volta sul campo, un buon tappo. Ma anche e soprattutto aiutare gli studenti a capire che esistono opzioni diverse in fatto di tappi, e che scegliere il tappo migliore vuol dire, prima di tutto, sapere a monte con quale prodotto e a quale mercato ci si vuole rivolgere.